L’Accademia Italiana di Ricerca in Seminologia, AIRS, nasce nel 2019 con sede a Genova, dall’esperienza e sensibilità dei presidenti fondatori.

La sempre maggiore necessità di approfondire la conoscenza sull’universo maschile e le sue problematiche, la prevenzione delle patologie uro-andrologiche, la diagnosi e cura dell’infertilità maschile ha spinto la creazione di un’accademia volta a rispondere a queste richieste. L’esigenza manifesta degli urologi e andrologi del territorio di avere laboratori con professionisti seminologi di esperienza specifica in esami laboratoristici affidabili e rigorosi ed una proficua collaborazione tra clinico e laboratorista ha costituito una spinta molto forte alla realizzazione di un progetto come questo, finalizzato a dare riferimenti e risposte.

L’Accademia Italiana di Ricerca in Seminologia: far conoscere la disciplina

L’Accademia ha perciò riunito i più validi accademici del settore e li ha motivati a collaborare per raggiungere l’obiettivo di far conoscere la seminologia (intesa come lo studio del liquido seminale) ed il suo significato in modo divulgativo, di approfondire la sua conoscenza da parte degli specialisti del settore e da parte dei medici di medicina generale; di incoraggiare la ricerca nel campo, di creare contatti tra società scientifiche, tra specialisti, tra ricercatori.

Tra gli obiettivi a breve termine, l’Accademia si pone quello di organizzare e partecipare ad incontri in cui si parla di seminologia ed in cui sono coinvolti gli specialisti e i medici di medicina generale, nel rispetto delle regole anti-COVID.

L’attenzione e la prevenzione delle patologie andrologiche

A lungo termine, l’Accademia intende diffondere la cultura dell’attenzione e della prevenzione delle patologie andrologiche e fare in modo che gli accertamenti riguardanti il liquido seminale non siano l’ultima spiaggia di chi, dopo mesi o anni di tentativi falliti, inizia a chiedersi se non sia il caso di fare un esame del liquido seminale, bensì esami consapevoli fatti nei tempi e nei modi giusti anche in persone  molto giovani, che non pianificano alcun progetto di paternità ma che hanno a cuore la conservazione del proprio patrimonio di fertilità nel tempo.

Scrivere in questa rivista, seguita da un numero sempre maggiore di lettori, è perciò una importante occasione affinché l’Accademia possa raggiungere i propri obiettivi.

Da quest’opportunità ci aspettiamo che la gente si avvicini non solo all’Accademia ma guardi con occhio diverso la prevenzione maschile, per potersi dare davvero una possibilità di cura in generale e di terapia in tutti quei casi particolari in cui un approfondimento è fortemente suggerito.

L’Accademia, infine, sostiene ed incoraggia lo studio e la ricerca medica fatti di umanità e di sincera vicinanza ai bisogni delle persone.

Per ogni dubbio o domanda sul tema scrivete a redazione@altraeta.it.

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here