50enni oggi: l’ultima generazione di baby boomers

Michelle Obama, Courtney love, Melinda Gates, Dan Brown. La first lady americana più popolare di tutti i tempi, una rocker bionda platino fuori dagli schemi, una filantropa e, infine, uno degli autori più noti al mondo. Cos’hanno in comune queste personalità? Sono tutti nati nel 1964 e sono i più giovani della generazione dei b.b., alias baby boomers.

 

I ragazzi del ’64 sono nati durante uno dei periodi storici più ricchi e prosperi dell’America e del mondo industrializzato. I bambini nati dal 1946 al 1964 sono chiamati baby boomers perché, in quegli anni, il numero delle nascite toccò punte record, favorendo la ripresa dell’economia dopo la seconda guerra mondiale.

Il Wall Street Journal, uno dei quotidiani più autorevoli degli Stai Uniti e del mondo, è stato il primo a occuparsi degli ultimi b.b.: gli uomini e donne che vanno a festeggiare i loro cinquantanni nel 2014, infatti, a oggi rappresentano l’epicentro dell’economia. Dalla first lady degli Usa Michelle Obama, al ceo di Amazon e Washington Post Jeff Bezos, in America i ragazzi dei ’64 occupano oggi posizioni d’importanza strategia nella società e nell’economia mondiale.

Se da un lato i baby boomers hanno dato al mondo Internet e Apple (anche il compianto Steve Jobs era un b.b., nato nel 1955), dall’altro, in questi ultimi, anni sono stati parecchio criticati. Più volte i quotidiani oltre-oceano hanno additato i baby boomers come chi non ha fatto nulla per impedire l’avanzare della devastante crisi economica che ha colpito tutti noi dal 2008. I ragazzi del ’64 sarebbero i primi, dopo cinque decenni di crescita, a lasciare ai loro figli un mondo incerto e possibilità di ascesa sociale inferiori rispetto alle loro.

I b.b. nel bene e nel male sono da anni centro della cultura e della storia contemporanea. Forse nella storia americana nessuna generazione ha goduto di tante attenzioni, analisi e critiche come questi figli della crescita.

Redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here