5 ritocchi per un viso più bello

L’esigenza di sentirsi belli e di mantenersi giovani cresce soprattutto in questo periodo dell’anno, quando l’affacciarsi dei primi caldi tende a rendere più intensa la vita sociale. E insieme alla voglia di una bellezza del viso “senza tempo”, cresce anche il numero di donne che proprio per questi motivi ricorrono a piccoli interventi estetici, oggi sempre meno invasivi grazie alle ultime tecnologie.

«Alla base della bellezza del nostro viso ci sono cinque elementi che più di altri impattano sul nostro aspetto estetico», afferma Alessia Glenda Buscarini, chirurgo plastico direttore sanitario e cofondatrice di the Clinic a Milano, esperta di laserterapia e ultrasuoni microfocalizzati. Ecco quali sono e come intervenire su di loro con le ultime innovazioni introdotte al servizio della chirurgia estetica.
 
1.    Zigomi pieni e marcati
Numerose ricerche hanno mostrato che nella percezione della bellezza del viso, gli zigomi hanno un ruolo fondamentale: zigomi pieni e corposi e quindi guance alte e ben marcate rendono il viso più attraente e giovane. «Per donare volume, consistenza e convessità a uno zigomo utilizzo con ottimi risultati il Radiesse, un filler in grado di riempire i tessuti, stimolare la ricrescita del collagene, inspessendo la trama della pelle», afferma Buscarini. Il risultato è naturale e duraturo grazie anche alla profondità di infiltrazione, che consente ai tessuti di ricoprire la sostanza.
 
2.    Pelle perfetta e luminosa
La pelle del viso ha un notevole impatto sull’immagine che trasferiamo a chi ci sta davanti. Ricerche dimostrano che le persone con pelle liscia e una carnagione uniforme, senza segni e macchie, sono immediatamente percepite come più belle. Purtroppo, l’età, gli squilibri ormonali e i problemi quotidiani lasciano le loro impronte. Stanchezza e cedimenti possono essere però combattuti con trattamenti ad hoc. «Con all’utilizzo di Ulthera®, un’apparecchiatura a ultrasuoni micro-focalizzati che agisce anche a livello dei muscoli dove la lassità ha origine, sono in grado di dare ringiovanimento alle pelli in difficoltà – afferma la dottoressa Buscarini – Si tratta di un lifting non chirurgico che dura anche un paio di anni e riduce al minimo la dimensione traumatica dell’azione rigenerante, per un ringiovanimento naturale e duraturo».
  
3.    Sopracciglia curve e definite
Pochi millimetri in più o in meno nella curvatura delle sopracciglia hanno il potere di rendere l’espressione del viso più dolce e femminile oppure più virile. «Le nostre sopracciglia e la pelle intorno agli occhi (soprattutto le palpebre) accentuano lo sguardo e definiscono l’espressione del viso. Uno sguardo luminoso, aperto e lucido e sopracciglia curve e simmetriche non solo attirano l’attenzione delle persone, ma possono anche aiutare a sviare l’attenzione da altre piccole imperfezioni del viso». Un sapiente intervento con la giusta quantità di Botox ridà luminosità allo sguardo in modo naturale.
 
4.   Labbra carnose e proporzionate
Labbra piene, sensuali, definite e ben proporzionate sono un’altra caratteristica importante nella bellezza del viso. Per avere un look armonioso della bocca, il labbro superiore deve essere il 25% più piccolo del labbro inferiore.
«Per garantire proporzione e ottimi risultati, intervengo sui miei pazienti con la tecnica innovativa del Da Vinci Lips – continua Buscarini – rifacendomi al rapporto aureo, tanto caro a Leonardo e che fa della proporzione il suo assunto base, misuro minuziosamente la bocca, ne valuto la distanza dal mento e dal naso e considero attentamente il rapporto della distanza tra gli occhi. Una volta calcolate le esatte coordinate entra in gioco il filler all’acido ialuronico in quantità misurata in base alle proporzioni individuate. Anche i punti d’ingresso dell’ago e la tecnica iniettiva derivano dai calcoli di proporzione».

5.   Naso senza difetti
Il naso è in grado di cambiare la percezione del nostro aspetto: una piccola imperfezione può essere colta come un immenso difetto. Correggere le imperfezioni è sempre più semplice, l’importante è mettersi in mani esperte con la maggiore esperienza possibile.
Con la tecnica del rinofiller è possibile correggere molti dei difetti del naso in modo non invasivo e praticamente indolore, come sollevarne e rimodellare la punta, rendere meno evidente la gobba e raddrizzare piccole deviazioni del dorso del naso. «Grazie a filler come il Radiesse o l’acido ialuronico Voluma, completamente riassorbibili, correggo le imperfezioni del naso senza alcun effetto collaterale, laddove la problematica non è molto pronunciata o non si sia in presenza di patologie particolari», conclude Buscarini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here