Arricchirsi di sostanze nutrienti e detossinanti, utili al nostro organismo, e nello stesso tempo gustare ottimi primi piatti, un piacere per il palato di chi ama frutta e verdura. Ecco tre vellutate perfette da gustare a gennaio.

3 idee per vellutate detox

Carote e zenzero

 

Lo zenzero, oltre a essere un alimento ricco di proprietà, è un prodotto molto versatile. Lo si può utilizzare in cucina, in aggiunta agli ingredienti principali, oppure può essere il protagonista di un infuso, di una tisana, ma anche di qualche pietanza più golosa, come dei biscotti. Qui lo troviamo abbinato alle carote, per preparare una particolare vellutata depurativa. Le carote, circa mezzo chilo, insieme a una cipolla, vanno mondate e tagliate a tocchetti. Si pulisce un pezzetto di zenzero fresco, lungo circa un centimetro, e lo si taglia a pezzetti. Il tutto si fa cuocere in una pentola insieme a mezzo litro di brodo vegetale, per circa 40 minuti. Quando le verdure risulteranno morbide, si sala, si aggiunge dell’olio extravergine di oliva e si frulla il tutto: la vellutata è pronta.

 

Porro e cavolo nero

 

Tra le vellutate dai gusti più decisi, c’è quella di porro e cavolo nero. Per prepararla, occorre lavare e pulire circa mezzo chilo di cavolo nero, eliminando il gambo e tenendo solo le foglie. Poi bisogna mondare quattro patate e pulire due porri. A questo punto si tagliano tutte le verdure a pezzetti e si fanno appassire in una pentola con un filo di olio extravergine di oliva. Si aggiungono circa 1,5 litri di acqua o di brodo vegetale e si fa cuocere per una buona mezz’ora. Salare a metà cottura. Anche in questo caso, quando le verdure si taglieranno facilmente, significherà che la vellutata è pronta per essere frullata e servita, prima di condirla ancora con un po’ di olio extravergine di oliva.

 

Mele e sedano

 

Per questa vellutata, molto leggera, si parte prima di tutto dal sedano: ne occorrono due mazzi, da pulire, lavare e tagliare a tocchetti. Poi le mele: 4 golden, da mondare e tagliare anche queste a pezzetti. Mele e sedano vanno poi fatti cuocere nel brodo vegetale, circa 1,5 litri, con un po’ di sale. Se piace, aggiungere un pizzico di pepe e una o più erbe aromatiche, come la salvia. Trascorsi circa 40 minuti di cottura, si eliminano le eventuali foglie di salvia, e si frulla il tutto. Tutte queste vellutate si accompagnano bene con fette o crostini di pane integrale, leggermente tostati.

 

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!

Per entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato, iscriviti alla newsletter di Altraetà! Clicca il link qui sotto, inserisci nome, cognome e email, accetta la Privacy Policy e seleziona “Iscriviti alla nostra newsletter”. Una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50! È gratis, comodo e veloce. E in ogni momento puoi scegliere di disiscriverti! CLICCA QUI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here