Attualmente l’Italia, con 51 realtà, è la nazione che detiene il maggior numero di siti inclusi nella lista dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO. In Lombardia ne sono presenti nove, oltre l’area Mab della Valle del Ticino. Di questi ben 4 sono in provincia di Varese. Dal 2 agosto 2010, infatti, anche la parte italiana del Monte San Giorgio è entrata nella Lista del Patrimonio Naturale Mondiale dell’Unesco, dopo che il lato svizzero era stato inserito nel 2003 nella World Heritage List.

Gli altri beni sono: l’Isolino Virginia con Bodio Centrale e Sabbione (che fa parte del sito seriale “Siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino” comprendente in tutto 111 insediamenti, databili dal 5000 al 500 a.C. e ubicati sulle rive di laghi o di fiumi in Svizzera, Austria, Francia, Germania, Italia e Slovenia); l’Area archeologica di Castelseprio – Torba (che fa parte del sito seriale “I Longobardi in Italia”); il Sacro Monte di Varese (anch’esso parte di un sito Unesco seriale, “I Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia” comprendente sette complessi devozionali piemontesi e due lombardi eretti nelle Alpi occidentali fra la fine del XV e il XVII secolo).

Rappresentano una ricchezza storica e naturalistica tutta da scoprire, da conoscere, da vivere. “Varese4U”, è nata per promuovere l’Isolino Virginia, Bodio centrale e il Sabbione, il Sacro Monte di Varese, l’area archeologica di Castelseprio con il Monastero di Torba, il Monte San Giorgio.
Il progetto, originato da dieci diverse realtà della provincia di Varese, ha preso le mosse grazie a un bando della Regione volto a valorizzare i beni Unesco presenti in Lombardia.

Società capofila del progetto è Varese Web. Insieme con questa ci sono nove altri soggetti: Fai – Fondo Ambiente Italiano, Archeologistics, Morandi Tour, Art Stories, Hagam, WekLink, Kingstorm, Cooperativa Ambiente e Sviluppo Santa Maria del Monte, Ergasterio.
«Il turismo culturale e ambientale cresce in modo importante in Italia e nel mondo – spiega il direttore di Varese Web, Marco Giovannelli -. Il nostro Paese è tra le mete più ambite. Ora sta a noi valorizzare bene il nostro grande tesoro. I nostri beni sono meno conosciuti di altri. Tre di questi sono inseriti in un contesto seriale, mentre il Monte San Giorgio è transfrontaliero. Queste peculiarità possono essere un ulteriore elemento di valore tanto che l’Unesco si è impegnata a inserirle tra i beni patrimoni dell’Umanità».

«La Lombardia è la regione che ha il maggior numero di siti Unesco in Italia: ne ha dieci, in una nazione, l’Italia, che ha il maggior numero di siti Unesco, 51 – ha commentato il presidente della regione Lombardia, Roberto Maroni -. Non siamo riusciti finora, in Lombardia, a valorizzare a sufficienza queste bellezze che abbiamo, uniche al mondo, riconosciute come patrimonio mondiale dell’umanità. Per questo abbiamo deciso di investire su questo,investendo risorse: e Varese4U è un bellissimo progetto che ha vinto questo bando. Mi complimento con gli ideatori perché era proprio questo l’obiettivo: costruire dei percorsi che fanno vedere ai varesini e ai lombardi, ma non solo, queste straordinarie bellezze»

Varese4U ha ottenuto il sostegno organizzativo di tutti i comuni coinvolti: Varese, Castelseprio, Gornate Olona, Castiglione Olona, Comunità Montana del Piambello, Cadrezzate, Bodio Lomnago, Cairate, e molti altri. A questi si aggiungono anche diversi attori economici e culturali, quali alberghi e ristoranti che contribuiranno alla promozione del progetto, grazie all’interazione con i turisti. Supporto importante per la creazione dei contenuti è stato dato da Regione Lombardia e dalla Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio, oltre al contributo organizzativo della Camera di Commercio di Varese.

La finalità principale di Varese4U consiste nel perseguire una maggiore valorizzazione turistico- culturale dei beni Unesco del territorio varesino, attraverso la loro messa in rete in un’ottica di sistema e grazie allo sviluppo di prodotti e servizi innovativi capaci di richiamare e soddisfare un numero crescente di visitatori da tutta Italia e dall’estero. Le proposte di Varese4U, dalle semplici visite turistiche ai singoli progetti di ogni sito, sono tutte da scoprire.
Abbiamo l’ulteriore obiettivo di un collegamento strutturato con l’aeroporto di Malpensa che potrà valorizzare ulteriormente anche altri progetti turistici, a partire da Varese Sport commission, con cui faremo rete.

http://www.varese4u.it/