Un weekend è forse troppo breve per assaporare tutto quello che Torino ci offre. Ecco i consigli per viverla al meglio e i luoghi più affascinanti da scoprire.

In questo periodo la città è un incanto di addobbi e di colori, luci, decorazioni, alberi di Natale illuminati, il tutto avvolto in un clima festoso. È una città da conoscere, vivere e osservare in ogni suo piccolo particolare, almeno una volta nella vita. Natale è forse il periodo ideale.

Partiamo dai trasporti. A Torino è facile spostarsi e scoprire i punti più importanti collegati da un’unica rete metropolitana e altre linee di bus o tram. La metropolitana è stata inaugurata per i Giochi olimpici invernali del 2006. È la prima metropolitana d’Italia automatica, copre una vasta area e raggiunge i principali luoghi da visitare. Il biglietto costa 1,5 euro e dura 90 minuti, le frequenze vanno da 1 a 5 minuti. I bus o i tram hanno lo stesso costo ma passano con minor frequenza. Nell’arco dei 90 minuti, con lo stesso biglietto, si può viaggiare su più mezzi pubblici.

Consigliata la linea 7, un tram storico che offre ai turisti la possibilità di viaggiare in centro città: è un vero e proprio “museo in movimento”. Per chi lo desidera, c’è la possibilità di prendere un aperitivo o cenare sul tram. Il costo è di circa 18 euro per un tour di 50 minuti con aperitivo, oppure 35 euro per 90 minuti di tour con cena. Un giro turistico della città, con tappe strategiche, è il tour hop-on/hop-off. Si sale su un bus scoperto, partendo da piazza Castello e dura circa 60 minuti, con un costo variabile, a partire da 12 euro.

In questo periodo le Luci d’Artista illuminano la città e la rendono più spumeggiante. La ventesima edizione, che durerà fino al 18 gennaio, è una mostra a cielo aperto. Protagonista, il Natale. L’evento è gratuito e distribuito su tutto il centro di Torino. L’albero di Natale di 20 metri, in piazza Castello, illuminato e sonoro, sarà un ricordo indelebile di questo periodo, così come passeggiare per questa meravigliosa piazza.

Non c’è niente di più natalizio che completare la giornata con una golosa cioccolata calda in una delle tante caffetterie torinesi, delizia per il palato e costo minimo. Ce ne sono moltissime, ma, per una degustazione tipica piemontese, è da provare il “Caffè Al Bicerin” in piazza della Consolata 5, oppure “Caffè Fiorio”, via Po 8.

Per chi vuole mangiare con circa 10 euro: “Da Cianci”, location stile osteria, dove si offre la tradizionale cucina piemontese, a pochi passi dal Duomo che custodisce la Sacra Sindone. “La Focacceria Tipica Ligure”, street food con grande assortimento di pizzette e altro, via Giolitti 4. “Poormanger” locale semplice poco distante dalla Mole Antonelliana, via Maria Vittoria 36/B.

Per fare shopping (di lusso ma non solo, ce n’è per tutte le tasche), una passeggiata sotto i portici di via Roma è l’ideale. Si parte da piazza Castello e si arriva alla Stazione ferroviaria di Porta Nuova: qui fascino ed eleganza faranno da cornice alla giornata. Altri luoghi piacevoli per le passeggiate, sono i Murazzi, lungo il fiume Po: da qui si può arrivare fino al Valentino, splendido parco incorniciato dal Castello e dal borgo medievale, romantico e storico.

Da non perdere: il museo Egizio (il secondo per importanza a quello del Cairo), costo circa 15 euro; il museo del Cinema, in via Montebello 20, il biglietto intero costa 10 euro. E ancora, la Basilica di Superga (in collina, si arriva con la tranvia “Dentiera”) costo 6 euro circa andata e ritorno e sconti per gli over 65; Palazzo Reale, l’entrata è circa 12 euro; Chiesa della Gran Madre, l’ingresso gratuito.

Liliana Salvatore