Al via il Piano straordinario regionale di formazione sulla sicurezza sul lavoro, predisposto dall’assessorato alla Sanità e Sicurezza della Regione Liguria con una dotazione complessiva di 425.500 euro, di cui 370 mila euro stanziati dal ministero del Lavoro e 55.500 euro da Regione e Inail, per promuovere la cultura della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro. Si stima che potranno essere coinvolti circa 1.500 lavoratori a livello regionale.

«Si tratta di un piano articolato – afferma la vicepresidente e assessore alla Sicurezza Sonia Viale – frutto di un positivo confronto tra Alisa, Alfa e Inail, in collaborazione con le parti sociali: il tema della sicurezza sul lavoro è una priorità di questa amministrazione ed è di strettissima attualità, soprattutto in relazione alle attività portuali. Regione Liguria ha precisi compiti di coordinamento delle politiche in materia di sicurezza sul lavoro e di formazione degli operatori, con particolare attenzione all’ambito portuale. Sono fermamente convinta che la formazione, rivolta non solo ai lavoratori ma anche alle parti datoriali, sia una componente essenziale e imprescindibile nelle politiche di prevenzione degli incidenti sul lavoro».

I corsi, totalmente gratuiti, sono rivolti a specifiche tipologie di destinatari: lavoratori con meno di 25 anni; lavoratori con più di 50 anni; lavoratori stagionali del settore agricolo; datori di lavoro delle piccole, medie e micro imprese, piccoli imprenditori e lavoratori autonomi; rappresentanze dei lavoratori per la sicurezza (Rls). In particolare, i contenuti formativi destinati agli Rls dei Porti, sono stati definiti e concordati nell’ambito del tavolo regionale dell’Accordo quadro Porti, per garantire una formazione incisiva ed efficace per contrastare gli infortuni sul lavoro in ambito portuale.

La gestione del Piano è stata affidata ad Alfa Liguria che ha predisposto un catalogo dell’offerta formativa selezionando, con apposito bando, gli enti formativi che provvederanno a organizzare i corsi su tutto il territorio. Per accedere al corso gli interessati dovranno presentare domanda di voucher direttamente all’ente che organizza il corso prescelto. I voucher saranno disponibili fino all’esaurimento delle risorse assegnate e le domande verranno accolte in base all’ordine cronologico di presentazione.

La durata dei corsi varia da un minimo 8 ore a un massimo di 20 ore: al termine verrà rilasciato un attestato di frequenza. I corsi ci concluderanno entro un anno.