La folla, gli sconti, lo shopping compulsivo, alle volte ci spingono ad acquistare delle “fregature”. Come fare allora per fare dei buoni affari durante i saldi?

Regola numero uno: frenesia non portarmi via. Bisogna valutare bene prima di fare un acquisto e fare attenzione ad alcune cose:

  • I prezzi: è importante verificare che venga riportato, oltre al prezzo “in saldo” anche quello “pieno”, è bene essere diffidenti di fronte ad etichette colorate con scritte ingannevoli “tutto a 15 euro”: tra la scelta potrebbero non trovarsi capi a quel prezzo, o merce a prezzo “pieno”.
  • Convenienza esagerata, merce attempata. Quando alla merce viene applicato uno sconto superiore al 50- 60%, è probabile che si tratti di vecchie rimanenze di magazzino e non di prodotti dell’ultima stagione.
  • Negozi vs negozi: Può capitare, alle volte che il prezzo originale del prodotto in saldo venga gonfiato per far sembrare più alta la percentuale di sconto. Se avete il dubbio, e non ricordate il prezzo originale del prodotto in saldo, segnatevi il prezzo e verificate personalmente andando alla ricerca dello stesso articolo in un altro negozio;
  • Pagamento elettronico, per favore: Il pagamento elettronico deve essere accettato anche durante i saldi. Se il negoziante sostiene che lo sconto si applichi solo se il pagamento avviene in contanti, potete rivolgervi alle associazione di consumatori o alla polizia municipale;
  • Acquisto a scatola chiusa: mai. È d’obbligo provare un capo prima di comprarlo. Se il commerciante dovesse vietarne la prova, potrebbe essere un chiaro segnale che il capo presenta qualche problema, perciò meglio controllare
  • Vetrina ingannevole: Alle volte può capitare che la merce esposta in vetrina non corrisponda a quella in saldo, controllate attentamente se vi venisse il dubbio.
  • Si, no, forse: pensaci bene prima di acquistare. Molto importante valutare bene l’acquisto che si sta per fare perché la merce comprata in saldo non si può cambiare: unica eccezione sono i prodotti difettosi, per i quali si ha diritto alla riparazione o sostituzione entro due mesi dalla data di scoperta del difetto.
  • Lo scontrino: un tesoro da conservare. Una volta fatto il nostro acquisto spesso abbiamo la tentazione di gettare lo scontrino. Errore da non fare! È importante conservarlo sia per eventuali rimostranze, sia per evitare multe salate se usciti dal negozio venite fermati dai vigili;
  • L’acquisto intelligente. I saldi possono rappresentare la buona occasione per investire su capi molto costosi a prezzo, pieno, perciò, meglio optare per tessuti pregiati, capi di alta qualità, ma che possano essere sfruttati sul lungo periodo.
  • Prodotto rovinato, sconto aumentato Se il capo che avete scelto fosse danneggiato e presentasse scuciture, buchi o macchie, potete chiedere uno sconto ulteriore. Se non vi fosse applicato, pensateci bene, potrebbe non essere un buon affare.

Con questi consigli i vostri saldi non saranno mai stati così fruttuosi!