Sale l’attesa per il nuovo Mac Pro, che secondo quanto hanno recentemente confermato i dirigenti Apple, sarà rilasciato nei negozi nel 2019. «Vogliamo essere trasparenti e comunicare apertamente con la nostra community di professionisti – ha affermato Tom Boger, direttore senior della divisione Mac Hardware Product Marketing di Apple – quindi vogliamo che sappiano che il Mac Pro è un prodotto 2019. Non è qualcosa che si vedrà quest’anno».

I vertici hanno anche rivelato alcuni dettagli su cosa i professionisti debbano aspettarsi dal prodotto di fascia alta, che non viene aggiornato dal 2013: lo sviluppo del nuovo Mac Pro passa per un aggiornamento che, secondo quanto è possibile apprendere dal rapporto, sta richiedendo ben 6 anni a causa di necessità lato software.

È stato invece lanciato proprio nel 2018 il nuovo iPad da 9.7 pollici, corredato anche di una penna digitale che sembra aver riscosso molto successo. La novità sta soprattutto nel prezzo, inferiore rispetto alle precedenti edizioni e il più basso di tutto il listino Apple. La partenza è di 359 euro per la variante 32 GB Wi-Fi e si sale fino ai 579 euro per il modello più completo, ovvero 128 GB e connettività LTE.

Ma le novità non finiscono qui: alcune riguardano anche il futuro dell’iPhone. Secondo le anticipazioni fornite da Bloomberg, la prossima versione dello smartphone Apple potrebbe avere lo schermo curvo e, soprattutto, tecnologia “touchless”. Un’innovazione che consente di eseguire dei comandi senza dover fisicamente toccare il display del dispositivo ma solo sfiorandone le zone d’interesse. Idee che restano comunque nei piani generali di Cupertino e che di certo non vedranno la luce a breve.

La tecnologia a casa: quando la domotica è a misura di senior