Siete assillate da tinte e ricrescita e non avete il coraggio di godervi la bellezza dei vostri capelli?

Niente paura, la hair stylist reale Denise McAdam ha vuotato il sacco, raccontando tutti i segreti per la bellezza dei capelli delle over 50.

Il primo suggerimento di Denise è quello di tagliare i capelli corti perché, un taglio corto dopo i 50 anni, avrebbe lo stesso effetto di un lifting facciale.

La hair stylist della famiglia reale, che ha acconciato persino la Regina Madre, oltre che decine di star come Jerry Hall, Marie Helvin e Cindy Crawford, ha rivelato che il segreto per apparire favolose dopo i 50 anni, risiede tutto nell’adottare una lunghezza di capelli che arrivi al massimo alla mascella.

Ma Denise non si è fermata a questo e ha rivelato una serie intera di consigli.

Taglia e cambia

I capelli di una donna attraversano fasi di profondi cambiamente prima, durante e dopo la menopausa. Donne che hanno sempre avuto i capelli lisci come spaghetti, potrebbero improvvisamente ritrovarsi ad averli ricci o mossi, per via del cambiamento ormonale.

I capelli diventano più sottili con l’età e con la diminuzione degli ormoni femminili, tra cui gli estrogeni, che influiscono invece sulla crescita, con una diminuzione della velocità.

Un segreto per aumentare il volume è l’uso dello shampoo secco. Una spruzzata di questo prodotto sui capelli, una leggera pettinata effettuata con l’uso delle dita, e il gioco è fatto.

Ci vogliono anni per trovare il taglio adatto a noi e ogni volto ha le sue peculiarità che lo rendonopiù o meno adatto a diverse lunghezze o tagli. Va però riconosciuto che, solitamente, i tagli di capelli troppo lunghi dopo una certa età non sono consigliati. Con l’invecchiamento dei capelli, inevitabilmente perdono lucidità e compattenza, facendo sembrare di conseguenza anche il volto meno giovane di quello che è.

Anche le donne che portano bellissimi e lucidi capelli grigi di lunghezze invidiabili, la maggior parte delle volte li tengono comunque racconti in chignon o code, per ringiovanire l’aspetto.

I capelli sono un indicatore della salute in generale, quindi è difficile avere capelli splendidi se non si sta bene fisicamente.

Se i capelli lunghi fanno parte di voi, potete continuare a tenerli in quel modo, magari accorciando solo di poco la lunghezza dai fianchi alle spalle. Le frangie sono consigliate e possono essere un buon modo per coprire le prime rughe sulla fronte, tra le prime a comparire.

Prima di uscire di casa è importante guardarsi allo specchio e controllare i capelli non solo sul davanti, ma anche sul dietro. Il cuscino e un p’ di calore notturno possono far sudare il dietro della testa ed è bene assicurarsi che i capelli non rimangano “stropicciati” o mossi solo in quel punto.

Il balsamo è la chiave

Il prodotto immancabile per la cura dei capelli dopo i 50 è il balsamo. Con la menopausa i capelli si disidratano, diventano più secchi e le tinte fanno il resto. Per idratare al meglio i capelli, oltre il balsamo che è di importanza strategica, occorre supportarli anche dall’interno, bevendo molta acqua, mangiando molta frutta e verdura e limitando il consumo di caffè e alcol.

Una volta applicato il balsamo sotto la doccia è bene lasciarlo agire per qualche minuto e usare una spazzola morbida per distribuirlo bene su tutta la chioma.

Cerca la luce

Con il passare del tempo è inevitabile che i capelli comincino a ingrigirsi: a meno di non essere amanti del look sale-pepe, che comunque è piuttosto di moda ultimamente, il consiglio è di buttarsi sui colpi di sole, che aiutano a mimetizzare i capelli bianchi e danno sempre un’aria chic. Il consiglio generale per la scelta del colore è quello di evitare quelli troppo omogenei e di scegliere invece una base più fredda da riscaldare poi con qualche colpo di sole più caldo. Dopo i 50 anni, un bravo parrucchiere dovrebbe usare almeno tre diversi colori di tinte per rendere il look tanto più giovanile possibile.

Non spendere una fortuna

Se non puoi permetterti di andare dal parrucchiere una volta al mese a rifare la tinta, andrà benissimo anche una tinta professionale da applicare in casa. È importante che dopo ogni tinta venga applicato un balsamo per capelli colorati, che aiuti a reidratare il capello e mantenere il colore lucido e intenso più a lungo.

Trova il parrucchiere che fa per te

Man mano che l’età avanza è di vitale importanza che il parrucchiere intuisca la tua personalità. Se lo conosci da anni e ti fidi abbastanza, dovresti farti aiutare a scegliere il look che va meglio per te.

Se invece stai provando un nuovo parrucchiere, tieni conto di alcuni elementi: non è buona norma che un parrucchiere ti metta subito la mantellina per i capelli prima ancora di vederti e capirti. Con la mantellina ci somigliamo tutti e non abbiamo nessun elemento particolare a distinguerci. Al contrario, un buon parrucchiere dovrebbe poter e voler prima vedere come sei vestita, quali sono i colori che indossi e il tuo stile, prima di consigliarti qualsiasi cosa.

Consigli del mestiere

Non esiste un numero prefigurato di volte alla settimana in cui è consigliabile lavarsi i capelli ma, specialmente dopo i 50 anni, è consigliato non esagerare lavandoli tutti i giorni e con i prodotti aggressivi. Il consiglio di Denise è quello di diluire lo shampoo con dell’acqua prima di utilizzarlo, in modo da disperdere gli agenti aggressivi che rovinano i capelli. Se usi uno di quegli shampi anti giallo professionali, attenta a non utilizzarlo tutti i giorni perché oltre che seccare molto i capelli, possono donare, alla lunga, anche spiacevoli riflessi bluetti sui capelli grigi.