Un viaggio tra gli imperdibili appuntamenti in programma a novembre in Valtellina, tra paesaggi incantevoli, degustazioni, natura e attività fisica

Fantastici panorami e altitudini vertiginose raggiungibili in treno. E non uno qualsiasi: parliamo del famoso Trenino Rosso del Bernina, patrimonio mondiale dell’Umanità Unesco, che da Tirano porta a St. Moritz passando nei pressi del Passo del Bernina a quota 2.253 metri. Dall’1 al 30 novembre è possibile usufruire dell’offerta a 79 euro a persona che comprende un pernottamento a Tirano o dintorni con trattamento B&B, viaggio con il Trenino Rosso da Tirano a St. Moritz andata e ritorno e una degustazione di tre vini con bresaola e bisciöilain vineria a Tirano.

Ma non solo. Il 4 novembre a Sondrio è in programma la Valtellina Wine Trail, una corsa speciale, diversa da tutte le altre, perché si corre tra i vigneti della valle e addirittura nelle cantine, nei borghi, castelli e in tutti quei luoghi nascosti dove il vino nasce e riposa. Questa gara è adatta a ogni tipo di gamba, grazie ai suoi 3 differenti percorsi: la “wine Trail” di 42 Km con partenza da Tirano, la “Half Trail” di 21 Km con partenza di Chiuro e la “Sassella Run” di 12,4 Km con partenza da Castione Andevenno. Tutte le corse vedono l’arrivo in Piazza Garibaldi a Sondrio.

Inoltre, nei weekend di novembre i buongustai trovano in Valtellina il luogo ideale per dare soddisfazione ai propri palati. Durante tutti i fine settimana del mese di novembre ci si potrà far trasportare dal gusto e dai sapori unici e antichi della cacciagione e dell’autunno.
Due i menù tra cui scegliere, completi dall’antipasto al dolce, accompagnati dai vini di Valtellina: “della cacciagione” a 32 euro o “dell’Accademia” a 27 euro.

E infine, dal 13 al 26 novembre, c’è il Sondrio Festival: una rassegna internazionale unica nel suo genere, dedicata principalmente ai documentari naturalistici, di alto livello scientifico e cinematografico, realizzati nei parchi naturali e aree protette di tutto il mondo.
Gli obiettivi del Festival sono la diffusione della cultura dei parchi, delle aree protette, della salvaguardia dell’ambiente e la promozione/valorizzazione del documentario naturalistico.