Tra gli incentivi all’assunzione ex lege 92/2012, è confermato anche per il 2018 il bonus per i datori di lavoro del settore privato che diano occupazione a donne di qualsiasi età disoccupate. È quanto si legge su Pensioni&Lavoro.

Per fruire dello sgravio contributivo, occorre essere in possesso di determinati requisiti. Prima di tutto, le donne devono risultare prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi. Il requisito è limitato a sei mesi di disoccupazione nel caso l’assunzione avvenga in particolari settori economici caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale di genere.

Non è invece più disponibile l’incentivo per l’assunzione di donne disoccupate da almeno sei mesi residenti in aree svantaggiate.

Previsti sgravi anche per il datore di lavoro del settore privato: l’agevolazione si traduce in uno sgravio contributivo pari al 50% per 12 mesi in caso di contratto tempo determinato, per 18 mesi in caso di assunzioni a tempo indeterminato, fino al 18esimo mese dalla data di assunzione in caso di trasformazione del contratto da tempo determinato a indeterminato.

Come beneficiarne? È necessario presentare apposita domanda di ammissione compilando e inviando per via telematica, prima della denuncia contributiva, il modulo disponibile nel “Cassetto previdenziale aziendale” presente sul sito Inps. L’Istituto, una volta ricevuta la domanda, verificherà la presenza dei requisiti e quindi concederà il bonus.